Viva le fave 'ngrapiate
di Ignazio Spinetti




FAVE NASELLO CON COMPANATICO

Ingredienti per 4 persone:
Cicorielle (1 Kg)
Fave secche non sgusciate (500 gr)
Cipolla bianca (n. 1)
Pomodorini (n. 4)
Cipolle rosse di Acquaviva (n. 2)
Peperoncini piccoli - Cornaletti (n. 300)
Olio extra vergine di oliva q.b.
Sale q.b.
Crosta di pane casereccio appena sfornato

Procedimento:

Mettere a mollo in acqua le fave per tutta la notte.
Al mattino le fave già ammorbidite per essere state in ammollo tutta la notte con un coltellino tagliare il nasello per ogni singola fava, mettere in cottura le fave in acqua con l'aggiunta di sedano, carota, cipolla, pomodorini a fuoco lentissimo per circa 2 ore facendo attenzione a non farle asciugare, salare ed aggiungere olio extra vergine crudo.
In un'altra pentola mettere acqua abbondante e dopo aver pulito e tagliato le cicorielle farle bollire per 10 minuti circa.
Quando sia le cicorielle che le fave hanno raggiunto le rispettive cotture, mettere sul piatto prima le cicorielle e poi le fave, cospargere il piatto di olio extra vergine.
Companatico (contorni che accompagnano ancora oggi questa preparazione): Cipolla rossa di Acquaviva in insalata con olio e aceto, Cornaletti (peperoni) fritti, crosta di pane appena sfornato.

Note di storia :
Il pane serviva a dare sazietà allo stomaco in quanto questo era in genere piatto unico.